ORDINANZA DI RIPARTIZIONE APPROVATA PER L'ANNO 2017

Copia Privata

Proposta Delibera del Consiglio Direttivo del 19/04/2016

I proventi vengono ripartiti in base ai 2 parametri utilizzati da SIAE nell’attribuire gli importi ad AFI per gli aventi diritto paternizzati. Pertanto identiche modalità di calcolo rispetto a quelle d’attribuzione.

Base di calcolo:

Ammontare DRM della singola Azienda diviso Ammontare Generale DRM = % di pertinenza della singola Azienda

Importo da ripartire per la % della singola Azienda = Importo spettante alla singola Azienda

 

4% quota AFI

Accordo AFI/SIAE (Artt. 73 e 73bis LdA) per Locali con licenza, Locali senza licenza, Feste Private, Musica d’Ambiente in Pubblici Esercizi, Musica d’Ambiente in Strutture Ricettive,Circoli Arci, Manifestazioni Pro Loco

Delibera del Comitato Direttivo del 08/05/2008

I proventi vengono ripartiti sulla base del fonomeccanico

Base di calcolo:

Ammontare DRM della singola Azienda diviso Ammontare Generale DRM = % di pertinenza della singola Azienda

Importo da ripartire per la % della singola Azienda = Importo spettante alla singola Azienda

11% quota AFI

Accordo AFI/SCF (Artt. 72, 73 e 73bis LdA) per Locali da Ballo, Imprese Commerciali, Associazioni di Categoria e Broadcasting) SCF Radio nazionali e locali e TV Secondarie, centri commerciali/negozi

Delibera del Comitato Direttivo del 08/05/2008

I proventi vengono ripartiti sulla base del fonomeccanico

Base di calcolo:

Ammontare DRM della singola Azienda diviso Ammontare Generale DRM = % di pertinenza della singola Azienda

Importo da ripartire per la % della singola Azienda = Importo spettante alla singola Azienda

11% quota AFI

Proventi TV RAI e RTI

Fonogrammi RAI, Utilizzazione e Copia Artt. 72/73
I proventi vengono ripartiti in base ai minuti di Radio/TV forniti dalla RAI (analitico)

11% quota AFI

Fonogrammi RTI, Utilizzazione e Copia Artt. 72/73
I proventi vengono ripartiti in base ai minuti di TV forniti dalla RTI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Nastri, Basie Playback RAI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute dalla RAI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Nastri, Basie Playback RTI
I proventi vengono ripartiti in base alla conferme pervenute dalla RTI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Videomusicali RAI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute dalla RAI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Videomusicali RTI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute da RTI (analitico)

11% quota AFI

BELIEVE per Associati AFI (gestione Catalogo Fonografici)

I proventi vengono ripartiti inbase alle royalties delle vendite come da mandato dell’Associato

3% quota AFI

Rendicontazione e Iscrizione

Rendiconti trimestrali sul netto di quanto viene effettivamente incassato al buon fine di questa da AFI.
La quota fissa per il 2017 è fissata ad € 400,00

ORDINANZA DI RIPARTIZIONE APPROVATA PER L'ANNO 2016

Copia Privata

Proposta Delibera del Comitato Direttivo dell’08/06/2016

I proventi vengono ripartiti sulla base del fonomeccanico al 100% (DRM)

Base di calcolo:

Ammontare DRM della singola Azienda diviso Ammontare Generale DRM = % di pertinenza della singola Azienda

5% quota AFI

Accordo AFI/SIAE (Artt. 73 e 73bis LdA) per Locali con licenza, Locali senza licenza, Feste Private, Musica d’Ambiente in Pubblici Esercizi, Musica d’Ambiente in Strutture Ricettive,Circoli Arci, Manifestazioni Pro Loco

Delibera del Comitato Direttivo del 08/05/2008

I proventi vengono ripartiti sulla base del fonomeccanico

Base di calcolo:

Ammontare DRM della singola Azienda diviso Ammontare Generale DRM = % di pertinenza della singola Azienda

Importo da ripartire per la % della singola Azienda = Importo spettante alla singola Azienda

11% quota AFI

Accordo AFI/SCF (Artt. 72, 73 e 73bis LdA) per Locali da Ballo, Imprese Commerciali, Associazioni di Categoria e Broadcasting) SCF Radio nazionali e locali e TV Secondarie, centri commerciali/negozi

Delibera del Comitato Direttivo del 08/05/2008

I proventi vengono ripartiti sulla base del fonomeccanico

Base di calcolo:

Ammontare DRM della singola Azienda diviso Ammontare Generale DRM = % di pertinenza della singola Azienda

Importo da ripartire per la % della singola Azienda = Importo spettante alla singola Azienda

11% quota AFI

Proventi TV RAI e RTI

Fonogrammi RAI, Utilizzazione e Copia Artt. 72/73
I proventi vengono ripartiti in base ai minuti di Radio/TV forniti dalla RAI (analitico)

11% quota AFI

Fonogrammi RTI, Utilizzazione e Copia Artt. 72/73
I proventi vengono ripartiti in base ai minuti di TV forniti dalla RTI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Nastri, Basie Playback RAI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute dalla RAI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Nastri, Basie Playback RTI
I proventi vengono ripartiti in base alla conferme pervenute dalla RTI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Videomusicali RAI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute dalla RAI (analitico)

11% quota AFI

Utilizzazione Videomusicali RTI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute da RTI (analitico)

11% quota AFI

BELIEVE per Associati AFI (gestione Catalogo Fonografici)

I proventi vengono ripartiti inbase alle royalties delle vendite come da mandato dell’Associato

3% quota AFI

Altri proventi (es. Univideo)

…se definiti

11% quota AFI

ORDINANZA DI RIPARTIZIONE APPROVATA PER GLI ANNI 2013-2014-2015

Copia Privata

Delibera del Comitato Direttivo del 04/02/2015
I proventi vengono ripartiti in 4 parametri:
50% in base all’ammontare del fonomeccanico
20% in base ai nastri, basi e playback RAI/RTI
20% digitale
10% in base ai minuti di radiofonia (non solo RAI)

11% quota AFI per 2013 e 2014

5% quota AFI per il 2015

Accordo AFI/SCF (Artt. 72, 73 e 73bis LdA) per Locali da Ballo, Imprese Commerciali, Associazioni di Categoria e Broadcasting)

Delibera del Comitato Direttivo del 08/05/2008

I proventi vengono ripartiti sulla base del fonomeccanico

11% quota AFI

Accordo AFI/RNA Radio Private (Artt. 72 e 73 LdA)

Delibera dell’Assemblea Ordinaria del 27/05/1994

I proventi vengono ripartiti sulla base del fonomeccanico

11% quota AFI

Proventi TV RAI e RTI

Fonogrammi RAI, Utilizzazione e Copia Artt. 72/73
I proventi vengono ripartiti in base ai minuti di Radio/TV forniti dalla RAI

11% quota AFI

Fonogrammi RTI, Utilizzazione e Copia Artt. 72/73
I proventi vengono ripartiti in base ai minuti di TV forniti dalla RTI

11% quota AFI

Utilizzazione Nastri, Basi e Playback RAI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute dalla RAI

11% quota AFI

Utilizzazione Videomusicali RTI
I proventi vengono ripartiti in base alle conferme pervenute da RTI

11% quota AFI

BELIEVE per Associati AFI (gestione Catalogo Fonografici)

I proventi vengono ripartiti in base alle royalties delle vendite come da mandato dell’Associato

3% quota AFI

CODICE ETICO A.F.I.
REGOLAMENTO RIPARTIZIONE A.F.I.

E’ stata confermata per l’anno 2015, 2016 e 2017 la società di revisione legale dei conti, già competente per il 2014, 2A Accounting & Auditing Partners srl ‐ Società di revisione ed organizzazione contabile, con sede a Milano, in Corso Magenta, 56 (C.F. e P. IVA 07929220965) Tel. 02/48102140 www.2apartners.it

Siamo lieti di comunicare che per l’anno 2013 l’ammontare dei diritti amministrati da AFI è stato di € 4.065.827,47

Si ricorda che ogni Associato ha piena facoltà di recesso in qualunque momento. AFI ha facoltà di compensazione per eventuali crediti prevista dall’art. 11 dello Statuto, fino a totale copertura di detti importi.

AFI ha sottoscritto accordi quadro con i seguenti utilizzatori:

AFI ‐ Associazione Fonografici Italiani è iscritta a Confindustria dal 1971 a tutt’oggi. Lo Statuto, il Codice Etico e la Carta dei Valori sono pubblicati sul sito di Confindustria www.confindustria.it

AFI ha sottoscritto accordi quadro con i seguenti utilizzatori:

AFI ha sottoscritto accordi quadro con i seguenti utilizzatori:
RAI – RadioTelevisione Italiana
RTI – RetiTelevisive Italiane
TELECOM ITALIA (LA7)
RNA – RadioNazionali Associati
BELIEVE
SIAE – SocietàItaliana Autori ed Editori (per Copia Privata)

Per l’anno 2014 AFI ha sottoscritto accordi, tramite SIAE – Società Italiana Autori ed Editori e SCF –Consorzio Fonografici Italiani, con le seguenti associazioni di categoria di utilizzatori:
FEDERALBERGHI
FEDERAZIONEMODA ITALIA
CONFCOOPERATIVE
FEDERDISTRIBUZIONE
AICA-Associazione Italiana Catene Alberghiere
CONFINDUSTRIAALBERGHI
TURISMOVERDE
AGRITURIST
FIPE(Accordo Discoteche e Locali da Ballo)
FIPE(Accordo Pubblici Esercizi)
FIPE(Night Club)
CONFESERCENTI(Accordo Discoteche ed Associati Confesercenti)
CONFCOMMERCIO
CONFARTIGIANATO,CASARTIGIANI, CNA-Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola Media Impresa
ARCI –Associazione Ricreativa e Culturale Italiana
CONFESERCENTI
UNPLI – UnioneNazionale Proloco Italiane

AFI ha sottoscritto accordi con le seguenti imprese che esercitano in altri Paesi l’attività di amministrazione ed intermediazione dei diritti connessi:
PPL (UK)
SENA (Olanda)
SCPP (Francia)
VOIS e RUR (Russia)

AFI ha sottoscritto accordi con le seguenti imprese che esercitano in altri Paesi l’attività di amministrazione ed intermediazione dei diritti connessi:

Si ricorda agli Associati che conl’iscrizione all’AFI da effettuarsi dopo l’esame dello Statuto (pubblicato sul sito www.afi.mi.it) e dell’applicazione automatica delle regole di Confindustria quali il Codice Etico e la Carta dei Valori (pubblicati sul sito www.confindustria.it) applicabili direttamente ad AFI per richiamo ex art. 1 Statuto e con la sottoscrizione della domanda d’iscrizione all’AFI, dal momento dell’accettazione da parte del Consiglio Direttivo ed il relativo versamento della quota associativa annuale, e quindi dell’istituzione del rapporto associativo, l’Associato conferisce automaticamente mandato in esclusiva ad AFI per la gestione, anche in suo nome e conto, dei diritti connessi quale produttore fonografico. L’elenco delle opere ed i codici identificativi di questi (ISRC audio e video) dovranno essere trasmessi ad AFI dall’Associato per la pubblicazione sul sito. L’Associato avrà facoltà di recesso, senza necessità di motivazione, in qualunque momento fermo il principio di competenza per cui AFI amministrerà le opere per tutti i proventi maturati o maturandi (purché incassati successivamente ma entro la data del recesso) ossia per competenza. Tutti gli Associati hanno diritto di elettorato attivo e passivo secondo i termini Statutari. I criteri di ripartizione dei proventi relativi alle opere pubblicate sono approvati e pubblicati sul sito AFI quali disposizioni permanenti e le rendicontazioni vengono effettuate trimestralmente, periodo solare. Ogni Associato ha diritto diverifica dei rendiconti. Si ricorda agli Associati che la Segreteria e l’Amministrazione sono a disposizione per ogni qualsiasi chiarimento.

Fidejussione bancaria sottoscritta da AFI, del valore del 30% dei diritti amministrati nell’Anno 2013, ai sensi dell’Art. 1 comma 1 lett. d) del DPCM del 19/12/2012
Fidejussione bancaria sottoscritta da AFI, del valore del 30% dei diritti amministrati nell’Anno 2014, ai sensi dell’Art. 1 comma 1 lett. d) del DPCM del 19/12/2012

I Diritti Discografici

I diritti connessi discografici sono tutelati dalla legge sul diritto d’autore (L. 633/41 , LDA) Essa riconosce ad artisti interpreti ed esecutori e ai produttori fonografici un compenso in caso di pubblica diffusione delle registrazioni musicali (artt. 73 e 73bis, LDA), qualunque mezzo venga utilizzato ( es. radio , tv, cd, computer, lettori MP3 ecc.). La legge da’ conferimento (art. 72, lett. a) LDA) alle case discografiche del diritto esclusivo di autorizzare la duplicazione di tali registrazioni. Solo il produttore discografico può autorizzare quindi la diffusione o la duplicazione delle registrazioni di sua titolarità. Il D.P.C.M. 19.12.12 (Pubblicato in G.U. n. 59 11 marzo 2013) prevede i requisiti minimi necessari per le imprese come AFI che svolgono attività di intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore,e fissa gli obblighi della comunicazione degli stessi. AFI ha adempiuto a quanto previsto dal D.P.C.M. e figura nell’elenco delle imprese di intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore che hanno comunicato l’inizio dell’attività e che hanno ottemperato agli obblighi di comunicazione previsti dalla normativa.

Individuazione dei titolari dei diritti

Il dato primario per il riconoscimento dell’opera tutelata e per l’identificazione del Produttore avente diritto e’ il codice ISRC. Altri dati fondamentali e consequenziali sono da considerarsi anche quelli degli Artisti Interpreti, degli Autori dell’ opera e degli eventuali numeri di catalogo e date di pubblicazione. E’ quindi fondamentale che i produttori associati muniscano AFI di questi dati primari necessari per l’inserimento nel database dell’associazione, che diventa lo strumento analitico principale per la corretta individuazione degli associati aventi diritto.